Ecografia dell'Utero in età pediatrica

Ecografia dell'Utero in età pediatrica


redatto da Dr. Parisella

Lo studio ecografico dell'utero in età pediatrica viene in genere effettuato per via sovrapubica con moderne sonde convex multifrequenza, in genere 3,5 MHz. La via sovrapubica è la metodica di elezione nelle bambine e nelle adolescenti virgo. 
L'utilizzo di sonde endocavitarie ad alta frequenza (transrettale in pazienti virgo, transvaginale in pazienti non virgo) permette di studiare con maggiore accuratezza gli organi pelvici per diretto contatto, consentendo di studiare oltre che collo, corpo e fondo dell'utero anche vescica, trigono, uretra, vagina, canale cervicale, annessi. In entrambe i casi il preliminare approccio sovrapubico è indispensabile per una corretta valutazione ecografica degli organi pelvici.

Monitoraggio dello sviluppo uterino

L'utero va incontro, nel corso dell sviluppo, a caratteristiche tappe maturative ben studiabili in ecografia mediante la valutazione della morfologia e delle dimensioni (soprattutto per incremento della componente miometriale), e visibilità o meno della rima endometriale. I cambiamenti volumetrici dell'utero, ma ancor più l'aumento di spessore dell'endometrio, sono direttamente correlati all'aumento della produzione estrogenica. 
Nelle fasi iniziali dello sviluppo l'utero ha una forma grossolanamente cilindrica per cui i diametri sagittale del corpo e del collo sono a favore del collo e non è possibile distinguere la rima endometriale. Questo aspetto dell'utero a morfologia cilindrica non differenziata viene definito morfologia tipo infantile. Il rapporto corpo/collo è < 0,9.

                                        


Nella tappa successiva le dimensioni uterine aumentano, il diametro longitudinale supera i 30 mm., si ha un incremento del diametro sagittale a livello del corpo-fondo con rapporto corpo/collo quasi in parità; la rima endometriale può non essere evidenziata o comunque non supera i 2 mm.; questo aspetto dell'utero viene descritto a morfologia di tipo transizionale. Il rapporto corpo/collo è compreso tra 0,9 e 1,1
L'ulteriore tappa maturativa si caratterizza per un ulteriore aumento delle dimensioni uterine: aumento del diametro longitudinale e del diametro sagittale a livello del corpo-fondo non accompagnato da aumento del diametro sagittale a livello del collo; il rapporto corpo/collo si inverte a favore del primo, la rima endometriale è oltre i 2 mm. e si ha quindi una morfologia di tipo adulto. Il rapporto corpo/collo è > 1,1.
Negli anni successivi tale rapporto aumenta ancora fino a raggiungere il valore di 3/1 tipico della donna adulta.

                                   


Malformazioni uterine - Anomalie Mulleriane

vedasi articolo al seguente link




Aggiornamenti



Med 2000 - Via Nazionale Appia, 81022 Casagiove (CE)
Tel: 0823 493548 (4 linee) | Fax: 0823 494944 | E-mail: info@med2000eco.it | P.Iva 02723040610

Web agency: Bitmatica.it