Anomalie dell'Arco Aortico - Arco Aortico Destro - ARSA - Arco Aortico Doppio

Anomalie dell'Arco Aortico - Arco Aortico Destro - ARSA - Arco Aortico Doppio 


redatto da Dr. Parisella

Le anomalie dell'arco aortico possono essere un reperto isolato nel corso di un esame ecografico prenatale, oppure possono essere espressione di quadri più complessi per la associazione con cardiopatie congenite o con anomalie cromosomiche. In particolare è descritta l'associazione tra arco aortico destro e microdelezione del cromosoma 22 (22q11) e tra arteria succlavia destra aberrante e trisomia 21.
Il decorso normale dell'arco aortico può essere facilmente evidenziato nella scansione 3-vasi-trachea (3VT). Tale scansione è rappresentata da una struttura a  V con apice rivolto posteriormente; la branca destra della V è rappresentata dall'arco aortico, la branca sinistra è rappresentata dalla diramazione sinistra dell'arteria polmonare che si continua col dotto arterioso congiungendosi poi all'aorta formando l'apice della V; in questa scansione a destra dell'apice della V vi è la trachea e l'arco aortico è quindi posto a sinistra della trachea.
In ecografia prenatale l'arco aortico viene definito destro o sinistro a seconda se decorre a destra o a sinistra della trachea.

                                      


Le anomalie dell'arco aortico possono essere distinte in 5 varianti (Yoo 2003):
  1. arco aortico destro con vasi emergenti speculari
  2. arco aortico destro con arteria succlavia sinistra aberrante
  3. arco aortico sinistro con arteria succlavia destra aberrante (ARSA)
  4. doppio arco aortico
  5. arco aortico circonflesso retrosternale
Arco Aortico Destro

L'Arco Aortico Destro è la più frequente anomalia dell'arco aortico (47% dei casi) associato nel 98% dei casi ad altre anomalie cardiache (Tetralogia di Fallot).
La diagnosi ecografica si basa sui seguenti reperti nella scansione 3VT:
  • non si osserva la V
  • l'aorta è destroposta rispetto alla trachea
  • l'aorta destroposta determina un gap tra polmonare ed aorta
  • l'aorta discendente è destroposta o mediana.

                                    


Quasi sempre tale anomalia è secondaria alla presenza di una cardiopatia congenita associata.


Arco Aortico Destro con Arteria Succlavia Sinistra Aberrante

E' una variante associata nel 10% dei casi ad altre cardiopatie congenite ed è più frequentemente sintomatica (anche tardivamente dopo la nascita) poichè i vasi anomali presenti (ring vascolari) possono causare effetti compressivi sulla trachea o sull'esofago (disfagia lusoria).
 
La diagnosi ecografica si basa sui seguenti reperti:
  • non si osserva la V nella scansione 3VT
  • nella scansione dell'arco aortico (scansione trasversale più alta) si osserva una "U" dove: la branca sinistra è rappresentata dall'arteria polmonare, la branca destra è rappresentata dall'arco aortico che si trova a destra della trachea; la trachea si reperta nella parte interna della U. La congiunzione delle due branche della U è un vaso anomalo rappresentato dall'arteria succlavia sinistra aberrante che,  decorrendo dietro la trachea e l'esofago, va a formare un ring vascolare retrotracheale. 
                                                                   



Tale anomalia è descritta a parte (cliccare sul titolo)


Arco Aortico Doppio

La mancata obliterazione dell'arco aortico destro, che avviene normalmente durante la fase embriologica, porta alla formazione di un doppio arco aortico.

La diagnosi ecografica si pone per la presenza di ring vascolari

                                                


Arco Aortico Circonflesso Retrosternale

La diagnosi ecografica è posta per la presenza di ring vascolari


Bibliografia

Achiron R, Rotstein Z, Heggesh J, Bronshtein M, Zimand S, Lipitz S, Yagel S. Anomalies of the fetal aortic arch: a novel sonographic approach to in utero diagnosis. Ultrasound Obstet Gynecol 2002; 20: 553–557.
Bronshtein M, Lorber A, Berant M, Auslander R, Zimmer EZ. Sonographic diagnosis of fetal vascular rings in early pregnancy. Am J Cardiol 1998; 81:101–103.
Chaoui R, McEwing R. Three cross-sectional planes for fetal color Doppler echocardiography. Ultrasound Obstet Gynecol 2003; 21: 81–93.
Cimmino E, Sica C, Pollio F, Mazzarelli L.L, Maruotti G.M, Vullo G, Di Meglio A. La sezione 3 vasi-trachea (3VT) e la sezione traversa dell’arco aortico. Nostra esperienza. XV Congresso Nazionale S.I.E.O.G. Brescia, 23-27 settembre 2006, 69-71.
Edwards JE. Vascular rings and slings. In Fetal, Neonatal, and Infant Cardiac Disease, Moller JH, Neal WA (eds). Norwalk, CT: Appleton & Lange: 1990; 745–754.
Hastreiter AR, D’Cruz IA, Cantez T, Namin EP, Licata R. Right-sided aorta. I. Occurrence of right aortic arch in various types of congenital heart disease. II. Right aortic arch, right descending aorta, and associated anomalies. Br Heart J 1966; 28: 722–739.
Payne DNR, Lincoln C, Bush A. Right sided aortic arch in children with persistent respiratory symptoms. BMJ 2000;321:687-688.
Paladini D, Volpe P: Anomalie Congenite Fetali. Diagnosi Differenziale ed Indicatori Ecografici e di Prognosi. E.L.I. Medica 2010; 5:171-172
Yagel S, Arbel R, Anteby EY, Raveh D, Achiron R. The three vessels and trachea view (3VT) in fetal cardiac scanning. Ultrasound Obstet Gynecol 2002; 20: 340–345.
Yoo SJ, Min JY, Lee YH, Roman K, Jaeggi E, Smallhorn J. Fetal sonographic diagnosis of aortic arch anomalies. Ultrasound Obstet Gynecol 2003; 22:535–546.
Yoo SJ, Lee YH, Kim ES, Ryu HM, Kim MY, Choi HK, Cho KS, Kim A. Three-vessel view of the fetal upper mediastinum; an easy means of detecting abnormalities of the ventricular outflow tracts and great arteries during obstetric screening. Ultrasound Obstet Gynecol 1997; 9: 173–182.
 

 


Aggiornamenti



Med 2000 - Via Nazionale Appia, 81022 Casagiove (CE)
Tel: 0823 493548 (4 linee) | Fax: 0823 494944 | E-mail: info@med2000eco.it | P.Iva 02723040610

Web agency: Bitmatica.it